Streaming sul canale YouTube dell’ISGI

Il cambiamento climatico, frutto del riscaldamento globale, costituisce una grave minaccia alla salvaguardia ambientale e alla vita, ed è determinato dalle attività umane. L’innalzamento della temperatura media sta provocando mutamenti irreversibili destinati ad affliggere per lunghissimi periodi l’esistenza delle future generazioni. La risposta della comunità internazionale è stata lenta e tardiva, traducendosi da ultimo nell’Accordo di Parigi del 12 dicembre 2015, che stabilisce una serie di impegni da parte dei singoli Stati ma che è stato finora gravemente disatteso dalla maggioranza degli stessi. Anche l’Unione europea sembrerebbe essersi fatta carico del problema con il programma Next Generation EU. Ma misure ben più drastiche e ampie sembrano essere necessarie, misure che comportano un totale riorientamento dell’economia e della società, in modo tale da ridurre, fino a soppiantare, le fonti energetiche fossili, contenere i consumi ed attuare un’economia circolare. Tutto ciò richiede una società molto più coesa ed egualitaria dell’attuale, sia a livello interno che internazionale. Senza cambiamenti di fondo non c’è alcuna possibilità di affrontare la sfida ultimativa che il cambiamento climatico pone al pianeta e all’umanità.

Intervengono:

Fabio Marcelli, direttore f.f. ISGI/CNR, Introduzione
Gianfranco Tamburelli, ISGI/CNR, membro WCEL – IUCN, L’Italia e gli impegni sul clima – dal G20 alla CoP 26
Monica Di Sisto, vicepresidente di Fairwatch Come il commercio lavora contro il clima: una sfida per l’Italia
Francesco Gonella, Università Ca’ Foscari Venezia, Scientists for Extinction Rebellion, Scienza e attivismo: crescita e sviluppo di un legame necessarioSLIDES
Marica Di Pierri, A Sud, Diritti umani e cambiamenti climatici, la campagna “Giudizio universale”

>>  Streaming sul canale YouTube dell’ISGI: https://youtu.be/Mr3K9ljVhLc

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE: https://bit.ly/3pmLiDU