Biblioteca 3 Gli archivi di documentazione e le biblioteche dell’Istituto sono concepiti essenzialmente come supporto all’attività di ricerca.
Essi sono però accessibili, con determinate modalità, alla consultazione del pubblico, studenti e studiosi.

In quest’ambito si segnalano in particolare le attività di sostegno agli studi specialistici svolte dal Centro di documentazione e formazione sull’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa – OSCE. Il Centro è Biblioteca depositaria dell’OSCE.
Esso raccoglie: documenti ufficiali, carte negoziali, proposte delle delegazioni, resoconti delle riunioni degli organismi OSCE, Rapporti sulle attività dell’Organizzazione dal 1970 a tutt’oggi. Vi è annessa una piccola biblioteca specialistica (circa 300 volumi).

La biblioteca dell’ISGI (sede) è composta di circa 2.000 volumi e comprende, oltre alle sezioni generali Diritto internazionale, Organizzazione internazionale e Diritto dell’UE, le seguenti sezioni specialistiche: diritto dell’ambiente (con la sotto-sezione regime delle acque); diritto del mare; diritti umani; diritto dello spazio; diritto delle telecomunicazioni e delle tecnologie dell’informazione.

La Sezione di Diritto Agrario Internazionale e Comparato – DAIC – con sede a Firenze in via de’ Barucci 20, offre al pubblico la sua biblioteca specializzata in tematiche attinenti al diritto agrario, agro-ambientale e agro-alimentare. Il patrimonio librario è costituito da 154 titoli di periodici (tra quelli cessati e quelli in corso) e circa 13000 volumi. Si segnala la presenza di 60 volumi dei secoli XVI-XVIII e circa 800 del secolo XIX, tra i quali la serie dei fiorentini “Annali di giurisprudenza”, la “Biblioteca dell’economista”, i lavori preparatori ai codici, i commentari ai codici francese del 1804 ed italiano del 1865 di Laurent, Pacifici Mazzoni, Ferrarotti, Boffito ecc.; inoltre, possiede le annate 1791-1853 del Journal du Palais. Jurisprudence française; le annate 1808-1857 del Bollettino delle sentenze delle Commissioni feudali del Regno di Napoli.
Tra le collezioni di pregio possedute, si segnala il fondo (di 2100 volumi) lasciato in eredità all’Istituto di Diritto Agrario Internazionale e Comparato dal suo fondatore: “Fondo G.G. Bolla”.
La Biblioteca della Sezione DAIC è aperta dal lunedì al venerdì, mattina (ore 8-13,00) e pomeriggio (ore 13,30-15,00). L’accesso al catalogo della biblioteca è possibile alla pagina: http://polarcnr.area.ge.cnr.it/cataloghi/idaic_fi/index.php?type=Books

Si segnala inoltre la biblioteca dell’ex Centro di Studi giuridici latinoamericani, con un patrimonio librario di circa 2.800 opere, comprendente anche 50 riviste latinoamericane e CD-Rom di legislazione e giurisprudenza latinoamericana. L’intero patrimonio è inserito nel catalogo bibliografico dell’Università di Roma ‘Tor Vergata’ (centro studi latinoamericani), consultabile on line alla pagina http://www.biblio.uniroma2.it:82/ALEPH.

Nella sezione Pubblicazioni del sito sono consultabili gratuitamente diverse pubblicazioni dell’Istituto, compresi alcuni volumi nel testo integrale. Mediante il sito, l’Istituto diffonde inoltre informazioni di interesse generale per gli studiosi delle discipline internazionalistiche, segnalando convegni, seminari e altre iniziative di rilievo nel settore, organizzate sia dall’ISGI che dagli enti italiani e stranieri con cui esso intrattiene rapporti di collaborazione.