Il tema della responsabilità sociale delle imprese, in particolare di quelle a struttura ed impatto multinazionale, sta acquisendo vieppiù importanza e il diritto internazionale se ne sta facendo carico in modo crescente, mediante norme per lo più di soft law, ma non prive di un loro rilievo significativo.

L’ISGI dedica da tempo la propria attenzione al tema, focalizzando le problematiche relative alle norme e procedure internazionali destinate alle governance dell’economia globalizzata e, in particolar modo, a disciplinare e far attuare la responsabilità “sociale” delle imprese, con attenzione specifica al rispetto degli impegni riguardanti i diritti umani e la tutela dell’ambiente.

In tale quadro si situa l’Accordo di cooperazione con il Mise sulla Diffusione e sull’applicabilità delle Linee Guida OCSE per le imprese multinazionali. La cooperazione con il Mise, avviata nel 2016, è finalizzata non solo ad approfondire la ricerca in materia di diritti umani e protezione dell’ambiente nell’ambito della responsabilità sociale d’impresa, con specifico riferimento al sistema delle linee guida dell’Osce, ma anche a fornire consulenza e assistenza in tutte le fasi del meccanismo rimediale non giudiziale previsto da tali linee guida e denominato sistema delle Istanze specifiche, che in due casi ha previsto anche meccanismi di Conciliazione internazionale tra istanti e aziende.

In particolare, l’ISGI ha seguito quattro istanze specifiche contro quattro grandi aziende italiane, azionate da organizzazioni non governative e individui direttamente interessati da presunte violazioni di diritti umani e norme in materia ambientale.

Responsabile: Gemma Andreone – Dirigente di ricerca

Webinar “Impatto della pandemia sulle Istanze specifiche delle Linee Guida OCSE e sulla Due Diligence delle imprese” 28 maggio 2021